Come sistemare il letto con il materasso matrimoniale: guida ed elementi necessari

Rifare il letto matrimoniale

Anche se appare una banalità, rifare il letto in realtà è una pratica molto importante, per evitare accumulo di batteri e per permettere la comodità notturna. Ognuno di noi avrò imparante da mamme e nonne, a rifare il proprio letto, anche se nella maggior parte dei casi parliamo di letti singoli e non matrimoniali. Esistono diversi tipi di materassi matrimoniali, differiscono tra di loro non tanto per dimensioni quanto per materiale. Infatti possiamo avere dei materassi matrimoniali in lattice, oppure in memory foam ( i materiali solitamente acquistati). Ma non ci si ferma qui, infatti esistono anche altre tipologie come i materassi che sono ad acqua oppure ad aria.

Prima fase: liberare il letto

La prima cosa da fare per sistemare bene il letto con materasso matrimoniale, è liberare il letto da ogni elemento di biancheria, che si tratti di lenzuolo, ma anche possibili canottiere, calzini, o pigiama. Dobbiamo ottenere un materasso con solo il lenzuolo con gli angoli. Se è inverna o autunno, prendiamo il piumino, la coperta, le trapunte matrimoniali, il lenzuolo di sopra, i cuscini con le federe collochiamoli su una superficie pulita.

Sistemare bene il materasso

Uno dei prodotti naturali più impiegati nelle pulizie domestiche e che torna sempre utile per tante cose, è il bicarbonato. In questo caso viene impiegato nel lavaggio a secco del materasso. Se non si devono eliminare delle macchie lavarlo in questo modo è la cosa migliore: bisogna “spolverare” l’intera superficie con una bella manciata di bicarbonato e con l’aiuto di un colino, lo spargiamo in modo uniforme. Dopo averlo lasciato lavorare il bicarbonato per diverse ore, è necessario eliminare i residui grazie ad una spazzola apposita oppure ad un’aspirapolvere.

Come pulire un materasso in caso di macchie?

Se sono presenti macchie o aloni decisamente ostinati, si suggerisce di usare sempre il bicarbonato, ma sciogliendolo bene in acqua calda, in particolare bisogna procedere con due cucchiaini di bicarbonato ogni litro d’acqua. Dopodiché bisogna immergere nella soluzione un panno di cotone o microfibra. Procedendo, passare il panno in modo delicato sulla macchia o sull’intera superficie del materasso. Per avere maggiore rapidità si consiglia di riempire un erogatore spray con la soluzione. Anche in questo caso è necessario lasciare agire per ore, per poi ripassare il materasso con un panno imbevuto di sola acqua e poi infine è necessario farlo asciugare al sole.

Come mettere il lenzuolo

Arrivati fin qui, la cosa che va fatta è  mettere il lenzuolo: stendiamolo sopra il coprimaterasso. La cosa importante è ricordare di posizionare il lato con l’orlo più grande nella parte superiore del letto ben allineato rispetto al materasso. Se le lenzuola che usiamo per il nostro letto sono decorate, dobbiamo orientare questa parte verso il basso. Così facendo una volta che andiamo a fare la riversina, le figure saranno direttamente visibili. Bisogna assicurarsi che il lenzuolo venga distribuito in modo tirato ed eterogeno sul materasso: da entrambi i lati del letto deve pendere con la stessa lunghezza.

Cosa significa l’espressione “angoli da ospedale”?

Con questa  espressione solitamente si fa riferimento ad un metodo preciso di piegare il lenzuolo sotto il materasso nella parte inferiore del letto. Ma come rifare correttamente il letto? Infiliamo l’estremità del lenzuolo tra il materasso e le molle o le doghe del letto, assicuriamoci che sia liscio e privo di pieghe. Poi bisogna prendere un pezzo del lenzuolo a circa 40 cm di distanza dai piedi del letto. Sollevare in un secondo momento e piegare sulla parte superiore del materasso, in modo che formi un angolo di 45° con l’angolo del materasso. Arrivati a questo punto, tenendo il lenzuolo piegato sul materasso, infiliamo le parti penzolanti sotto al materasso. Il pezzo di lenzuolo piegato sul materasso si stenderà in modo semplice e potremo ripiegarlo poi sotto. La stessa cosa va fatta con il lato opposto.

Come muoversi con il copri letto?

Dopo aver passato le precedenti fasi, bisogna posizionare il piumino, la trapunta o il copriletto sopra al nostro letto. Bisogna assicurarsi che questo si stenda in modo omogeneo sul letto e che penda per la stessa lunghezza su entrambi i lati del letto. L’estremità superiore dovrebbe stare, per fare le cose il precise, a circa 15 cm di distanza dall’estremità del lenzuolo superiore. Bisogna risvoltare  il piumino, e poi ripiegare con delicatezza il lenzuolo sopra, mettendo in mostra il decoro.

Come sistemare i cuscini

Prima di posizionare come preferiamo i cuscini, bisogna prenderli da entrambi i lati come se si trattasse di una fisarmonica. Sarà necessario poi  piegare sulle federe e posizionare ogni cuscino nello spazio tra il corpi materasso impiegato e la testata. Copriamo i cuscini con la piega del piumone, completando la fase.

Buone abitudini per rifare il letto

Rifare il letto ogni mattina ci permette di avere una stanza più pulita, ordinata, che ispira senso di accoglienza. Ma non solo l’estetica ha il suo ruolo importante, ma anche la cura per l’igiene del nostro letto. Questa si raggiunge lavando le lenzuola ogni settimana e utilizzando un coprimaterasso che avvolga il materasso al di sotto del lenzuolo con gli angoli.

Importante è anche capovolgere il materasso di tanto in tanto, di modo da usare in modo omogeneo tutto il materasso. Nel caso poi di materiali specifici, bisogna seguire i consigli riportati direttamente sulle istruzioni. Ci sono anche casi in cui sia necessario ovviamente far lavare il materasso da chi se ne intende.

Conclusioni: un materasso pulito e un letto ben fatto

Se teniamo bene il materasso, esso saprà durare, soprattutto se di buon materiale per molto tempo, risparmiandoci un’altra spesa. Ma il fatto non è solo questo: avremo la possibilità di dormire in un materasso sempre pulito, lontano da polvere, acari, muffe e simili. Dormire avrà un altro sapore, un’altra consistenza. Bisogna solo seguire piccoli passaggi, e per rifare invece correttamente il letto la cosa non è così difficile, anzi. Come si è visto i passaggi sono facili, e pochi, basta compierli nel modo corretto. In questo modo avremo sia un letto pulito e confortevole, che comodo ed esteticamente gradevole.

Studentessa universitaria di filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere culinario e scientifico, e all’editing di parte di un testo di natura filosofica.

Back to top
menu
Migliore Materasso Matrimoniale